15 luglio 2008

Gokusen


Gokusen ごくせん è un manga fatto da Morimoto Kozueko 森本 梢子. E' già finito di pubblicare sulla rivista mensile YOU nel 2007. E' la storia di una insegnante Yamaguchi Kumiko (sopranome Yankumi) ed i suoi alunni delinquenti nella scuola superiore privata. Il cartone animato è quasi uguale al manga riguardando la sua storia ed era in onda nel 2004, durato 13 puntate.
l'imagine è la copertina del Sound Track CD

Ci sono anche le versioni di telefilm. La prima serie era in onda nel 2002 (12 puntate). Nel 2005 hanno trasmesso Gokusen 2 (10 puntate). In questo anno dall'aprile al giugno hanno fatto Gokusen 3 (11puntate).
L'insegnante Yankumi è stata interpretata sempre da Nakama Yukie (仲間由紀恵).
Nella storia, Yankumi è nipote di un boss di un gruppo di yakuza e vive con il boss nonno e i suoi seguaci, ma deve tenerlo segreto dalla scuola, altrimenti verrà licenziata. In tutte le serie le scuole dove lei lavora sono diverse, ed i suoi studenti però, appartengono sempre nella classe 3-D (classe D di terzo anno) dove sono stati raccolti gli studenti problematici. Nessuno di loro rispetta i professori, gli adulti e le norme. Ma piano piano imparano come aiutarsi tra gli amici e come affrontare le difficoltà.


Una scena di Gokusen 2, è costretta a cpnfessare agli alunni che la sua famiglia di Yankumi è yakuza.

Devo dire che hanno provocato una polemica. Secondo i critici, il telefilm descrive il mondo di yakuza troppo bello come un'organizzazione non criminale, e che i membri sono innocenti e cortesi.
In realtà la yakuza in passato e l'organizzazione criminale "bouryokudan" di oggi sono diverse.

Per capire la società giapponese, è indispensabile sapere come era yakuza nella storia giapponese e come è cambiata adesso. Purtroppo non conosco nessuno di yakuza e non ho mai ricercato né letto i libri su yakuza.
Almeno potrei dire che molti giapponesi hanno la simpatia verso il mondo di yakuza almeno quello descritto nei film o romanzi, dove devono esserci  vecchi concetti della società, cioè "giri" (義理 pronunciato ghiri, obbligazione morale) e "ninjou" (人情 sentimento umano spontaneo).
Non riesco a spiegarli bene in italiano, ma in concreto gli atteggiamenti di restituire i debiti (intende che non dimenticare la sincerità di qualcuno e contraccambiarlo a sua volta), tenere conto dei legami personali collegati con "giri", e aiutare i deboli e sfidare i forti.

Lana

3 commenti:

  1. Nippitaboy15/07/08 15:59

    Ciao io ho studiato la letteratura Edo(1604-1868) se ti posso essere di aiuto spiego un po:
    ghiri è il dovere nei confronti della socetà e principalmente i doveri da rispettare che detta il capo e quelli della tua professione o semplicemente i doveri di una figlia/o padre/madre
    mentre il ninjou sono i sentimenti umani quindi i propri desideri e sensezioni
    es se due innamorati non possono stare insieme perché le famiglie non vogliono il loro dovere ghiri li fara separare ma a volte l' unica soluzione possibile al confiltto ghiri /ninjou sarà il (non mi viene in giapponese) doppio suicidio d' amore.

    RispondiElimina
  2. Una volta ho visto un servizio di un corrispondente italiano in Giappone che ha spiegato un po' di cose sulla Yakuza:innanzitutto ha spiegato che gli affiliati alla yakuza amano definirsi appartenenti al ninkyō dantai(任侠団体 più o meno "gruppo della responsabilità e dell'onore",che ricorda l'"onorata società",un modo di autodefinirsi della Mafia italiana) e che la parola "yakuza" è un modo di pronunciare
    3 cifre,8-9-3,il punteggio più basso ad un gioco di carte chiamato Oicho-Kabu(おいちょかぶ),che indicherebbe che all'inizio si occupavano soprattutto del gioco d'azzardo(e secondo una mia sensei,è un termine per dire che sono "gente che non vale niente").La yakuza non è nascosta come la Mafia o le Triadi cinesi,bensì si fa riconoscere per modo di vestirsi,di parlare e quel giornalista ha visto degli yakuza dare il proprio biglietto da visita,come fosse di una normale ditta di affari!La visione romantica della yakuza deriva dal fatto che loro si fanno carico di valori dl passato in cui i giapponesi si identificano(il giri e il ninjou,come diceva giustamente Nippitaboy),ma di questi valori tradizionali hanno una visione distorta,come tutte le mafie.A tal proposito,mi chiedevo se voi conoscete Katekyou Hitman Reborn,un manga che parla in modo idealizzato e "fantasy" della Mafia italiana?Che ne pensate voi?Io non dico che sia sbagliato realizzare delle opere di quest tipo,l'importante è che ci ricordiamo che le vere mafie non sono quelle "romantiche" di queste opere,ma sono violente e pericolose e noi non dobbiamo mai giustificarne il comportamento.

    Per approfondire sulla yakuza:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Yakuza (in italiano)

    http://en.wikipedia.org/wiki/Yakuza (in inglese)

    http://ja.wikipedia.org/wiki/%E3%83%A4%E3%82%AF%E3%82%B6
    (in giapponese)

    Mata!^^

    RispondiElimina
  3. Salve, Mi Chiamo Roberto, Sono
    Un Ragazzo di 23 appassionato della Storia e Cultura Giapponesi. Da pochi giorni o scoperto il Vostro Blog e Ho Cominciato a leggere alcuni dei Vostri Splendidi Articoli.....


    Leggendo La Descrizione Di Questo Anime , Verrebbero In Mente Alcune Analogie Con "Il Padrino" o Magari "Donnie Brasco", Per Il Modo in Cui Queste Organizzazioni Vengano Mostrate In Maniera "Romantica" e "Simpatica"

    RispondiElimina