18 maggio 2011

Kyoto, parte 4 - la traccia di Ryoma

Nel post precedente ho già messo le foto del luogo dove Sakamoto Ryoma e Nakaoka Shintaro sono stati attaccati, Oumiya :
Kyoto 2011, parte 3
gli altri articoli su Kyoto:
Kyoto 2011, parte 2
Kyoto 2011



Ho visitato gli altri luoghi che trattano di Sakamoto Ryoma. 
Le statue (Sakamoto Ryoma a sinistra e Nakaoka Shintaro a destra) si trovano nel Parco Maruyama, accanto al tempio Yasaka Jinja.


Cerco le loro tombe. Dal parco sopra, recandosi a sud per circa dieci minuti, arrivo a Ryozen Gokoku Jinja.
E' un tempio shintoistico piuttosto nuovo, fondato per i deceduti nella fine dell'epoca shogunato. Le tombe di
Sakamoto e Nakaoka quindi si trovano qua.

L'ingresso del tempio
A destra, c'è Ryoma disegnato.

Il palazzo principale del tempio

Le tombe, di Nakaoka a destra, e di Sakamoto a sinistra.

Le tombe degli altri, morti come Ryoma e Nakaoka. 

Il tramonto visto dal tempio


Un altro giorno.
Mi reco a Fushimi.
Prendo il treno metropolitana.



Cambio il treno di Keihan a Rokujizo.

Dalla stazione Chushojima della linea Keihan, cammino un po'.
Non ho capito perché mettono questa gabbia al muro.
Per evitare pipi dei cani???

 La zona è nota per la produzione di sake. Ci sono le fabbriche e magazzini di sake.
Questa palla è il tipico oggetto visto davanti i negozi di sake, che si chiama sugitama.

Sugitama

Sugitama viene fatto dalle foglie di cedro rosso giapponese. I negozi mettono la palla di cedro quando hanno prodotto il primo sake dell'anno. I consumatori così capiscono che è uscito il nuovo sake. La palla all'inizio è verde. Ma col tempo diventa marrone. Il colore racconta anche il cambiamento del gusto del sake.   

Una fabbrica di sake


Arrivo all'albergo Teradaya. L'ha fondato un contadino di un villaggio di Terada. 
Nel periodo in cui il sesto padrone l'amministrava, Sakamoto spesso ha soggiornato qui.
Una volta davanti all'albergo c'era un imbarcadero per le barche che andavano al centro di Kyoto. 

Anche oggi c'è l'albergo Teradaya. Ma il vero Teradaya dove Sakamoto è stato attaccato nel 1866 riuscendo a scappare, è stato incendiato nel 1868. Quindi quello attuale è stato costruito dopo. 

Teradaya oggi 

La spiegazione storica

 L'obelisco per commemorare i morti del 1862

Ryo, moglie di Sakamoto lavorava in questo albergo, perché Sakamoto aveva chiesto di assumerla a Otose, padrona dell'albergo. 
Alla notte fonda del 23 gennaio 1866, Ryo faceva il bagno in albergo. Accorta degli assassini, per fare sapere il pericolo a Sakamoto, è corsa nuda alla camera dove Sakamoto e gli altri samurai facevano meeting, Sakamoto e gli altri sono stati salvi grazie a Ryo. 

Ryo, moglie di Sakamoto


Dopo questa visita, sono andata di nuovo a Fushimi Inari. L'avevo fatto anche un 'anno fa.

Fushimi Inari del 2011



Le altre foto di Fushimi Inari sono qui: 

Lana

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento