22 aprile 2008

Gintama : 21° puntata

Nella 21° puntata di Gintama c'era un amanto che si chiama Ebina-san. Questo personaggio interpreta Kappa (かっぱ, 河童), uno dei famosi yokai nel folklore giapponese. Ma anche un oggetto posseduto dalla Dea dell'acqua. In tutto il Giappone esistono le leggende sui Kappa, tra cui la più famosa è quella del Ushiku-numa (牛久沼, Lago Ushiku) di Ibaraki (茨城). Così i cattivi che volevano fare il campo di golf sul lago erano dell'azienda Ibaraki).

Kappa abita nei fiumi, laghi o stagni, è bravo a nuotare, ma se la sua testa (si dice piatto) si asciuga o si rompe, si indebolisce.

I disegni di kappa. da "Collezione Nishio"

Gli piacciono i cetrioli. Per questo un tipo di sushi con cetrioli, si chiama Kappa-maki (involtino con cetrioli).


Kappa-maki かっぱ巻き

Il suo nome Ebina in Gintama è preso da "Kappa Ebisen". E' un tipico snack giapponese che un azienda vende dal 1964. Praticamente sono salatini fritti con il gusto di scampi. ("Ebi" significa scampi.)


Ebina-san in Gintama


Kappa-Ebisen

Finisco questo post presentandovi un proverbio:
"Kappa no kawanagare" (河童の川流れ)
Significa "Annegamento di kappa". E' uguale a "Sbaglia anche il prete dell'altare.", che ho trovato nel mio dizionario giapponese-italiano. Sembra che esista il modo di dire più adatto. Conoscete qualcosa?

by Lana

3 commenti:

  1. In pratica vuol dire anche che chi si trova nel suo ambiente " professionale " può sbagliare... tutto il mondo è paese e noto che anche in Giappone la filosofia spicciola è abbastanza efficace.
    Non vorrei mai trovarmi faccia a faccia con un Kappa...

    RispondiElimina
  2. Il proverbio potrebbe corrisponde al "i figli del ciabattino vanno in giro scalzi". Se ti interessa, in un fumetto italiano relativamente recente sono presenti i kappa: si tratta del numero 8 di "Gea" di Luca Enoch, edito dalla Bonelli (fumetto che tra l'altro consiglio a tutti)

    RispondiElimina
  3. lbo at email dot it25/04/08, 13:24

    credo che il significato che più si avvicina è quello suggerito nel post originale.

    i figli del calzolaio, infatti, vanno *sempre* in giro scalzi (almeno nel proverbio... :-) ), come a dire che chi è molto bravo a fare un lavoro per gli altri spesso trascura di farlo per sé.

    l'annegamento del Kappa è la metafora di un errore che magari si ritiene impossibile che accada, perché il Kappa nuota benissimo, ma che invece potrebbe anche accadere e di ciò bisogna tenere conto sia per scusare chi commette quell'errore pur essendo un esperto nella materia in cui ha sbagliato, sia per non dare nulla per scontato ed essere comunque prudenti anche quando magari ci si affida ad un esperto.

    RispondiElimina