29 novembre 2013

Yamashina Katsunari, il samurai italiano


Sulla rivista di manga "Monthly Action" uscita il 25 novembre, c'è un manga "Sougan Sekihatsu - Roma kara kita sengoku bushoo" (蒼眼赤髪〜ローマから来た戦国武将).
"Sougan sekihtsu" intende gli occhi con i colori di erbe e i capelli rossi. "Roma kara kita sengoku bushoo" è il samurai dell'epoca sengoku, venuto da Roma.

In realtà in agosto scorso ha già pubblicato una storia sulla stessa rivista. E' stata conclusa per una puntata, ma visto che è stato apprezzato dai lettori, la casa editrice ha deciso di ricominciarla.


Il cavaliere sui cui il personaggio è basato esisteva in quel periodo. E' arrivato in Giappone con il missionario gesuita Organtino Gnecchi Soldi. Il nome vero è Giovanni. Il cognome registrato sui documenti giapponesi, scritto quindi in giapponese è "ro ru te su". Non si sa come va scritto in alfabeto corretto.

Ha lavorato sotto il daimyo Gamo Ujisato.
Su "Goyuuhitsu nikki", il diario scritto da Oono Gozaemon nel 1642 e conservato dai discendenti del clan Gamo viene descritto su Giovanni.
Secondo il diario, un samurai straniero con una raccomandata chiede di essere assunto a Gamo il 5 ottobre del 1577. E' esperto della geografia, astronomia e strategia militare. Dopo la discussione tra i dirigenti del clan per l'assunzione, hanno deciso di accettarlo. Giovanni assunto, ha costruito le armi : canoni e fucili, si chiamava nel nome giapponese Yamashina Katsunari.  


I disegni su Yamashina Katsunari


fonte:
http://natalie.mu/comic/news/104341
il sito della rivista:
http://webaction.jp/monthly_action/

Fa ridere "Andiamo insieme!", le parole italiane che si vedono sulla rivista giapponese.
Spero che sarà bello e in futuro lo trasmetteranno come un anime. 


Lana

2 commenti:

  1. Interessante!! Non conoscevo la storia di questo samurai italiano. Mi piacerebbe saperne di piu' ma non ho trovato notizie in internet.
    Invece ci sono tante notizie di quel missionario gesuita Organtino Gnecchi Soldi, lui amava il Giappone ed i giapponesi, nelle sue lettere diceva che a vostro confronto noi occidentali siamo barbari, penso che avesse ragione.
    E penso anche che sia ancora cosi'. ^-^

    RispondiElimina
  2. Concordo con Leonardo...

    RispondiElimina