08 dicembre 2009

Mifune Kyuzo


DVD, The Essence of Judo

Mifune Kyuzo (三船久蔵,1883-1965) viene considerato il più forte judoka in Giappone. Si dice "Kano della teoria, Mifune della pratica", cioè Mifune ha realizzato tutto quello che Kano Jigoro 嘉納治五郎 aveva pensato.

E' uno dei judola che hanno "juu-dan" (10° dan). Fino a oggi solo 15 persone hanno preso il 10° dan da Kodokan. Ci sono altri due che hanno 10° dan (olandese Anton Geesink e inglese Charles Palmer ) ricevuti dalla Federazione Internazionale di Judo.

Si dice "柔よく剛を制す Juu yoku goo o seisu", (la frase è da "Sette Classici Militari" dell'antica Cina) cioè le cose non solide possono essere più forti di quelle solide, intende anche che, le persone che non sembrano forti quindi piccoli o magri, possono battere i grandi e robusti.
Mifune ha realizzato questo concetto essenziale di judo, infatti Mifune era piccolissimo (era 159 cm di altezza e 55 kg di peso.). Nonostante l'inferiorità corporale, studiando fisica e dinamica ha creato tante tecniche nuove.
Dicono che tra 67 nage-waza (le tecniche di lancio) definite da kodokan, ci sono alcune tecniche che sono stati create da Mifune, ma non ho capito esattamente quali.
La tecnica più famosa è "sumi-otoshi 隅落し", detto "kuuki-nage 空気投げ". Kuuki significa "aria". E' la tecnica veloce, prendendo solo il collare dell'avversario, cioè non tocca niente altro del suo corpo, lo fa cadere all'indietro.
Dicono che non c'è nessuno tranne Mifune che può usare questa tecnica in gara seria.
(Anche in aikido, c'è una tecnica "sumiotoshi", ma non c'entra con quella di judo. ) 


Una sua scrittura, "Le tecniche sono il frutto dalle discipline fisiche, basato sulla conoscenza scientifica".
da : http://www.kuukinage.com/index.html

Questa è una scena di randori (un tipo di esercitazione, fanno liberamente le tecniche tra due) di Mifune Kyuzo e gli alunni in Kodokan. Si vedono tecniche che non vengono usate oggi giorno. 


A 3m 07sec. e 3m 33sec. fa "sumi-otoshi".

つづく (continua..)

Lana

4 commenti:

  1. E' veramente splendido.
    Io sono un Karateka, ma da qualche anno a questa parte nella palestra in cui mi alleno pratichiamo anche un po' di lotta, in piedi e a terra, con tecncihe derivate dal Brazilian Jiu-Jitsu e qualcosa dal Judo. Mi piacciono tantissimo soprattutto le portate a terra, che Mifune va in maniera davvero molto elegante. La cosa che mi stupisce è che effettua le tecniche come se non occorresse sforzo!
    Davvero un maestro.
    Osu!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Grazie gentili ragazze, per l'attenzione che mi avete dimostrato, relativamente alla pubblicazione di notizie/curiosità riguardanti il Judo. Da ex judoka vi saluto con il classico JITA KYOEI. Massimo

    RispondiElimina
  4. Veramente bello, è in momenti come questi che avrei voluto non abbandonare il Judo

    RispondiElimina